L’arrivo di Maria dopo il Santo Rosario

Cari figli, anche oggi vengo a portarvi l’Amore di mio figlio Gesù, che ogni giorno si offre per voi.

Oh figli miei cari, se voi sapeste tutto ciò che il cielo sta preparando per voi, non avreste più paura né della vita né della morte.

Dico a voi, figli miei, che conoscete la Parola delle Sacre Scritture, vi esorto a metterle in pratica vivendole. Solo così voi diventate il frutto dell’amore, il frutto della grazia, il frutto della gioia.

Figlioli miei pregate, pregate affinchè voi diventiate delle vere sentinelle e apostoli del Suo Amore. Dove c’è amore c’è carità e lì c’è il frutto dell’amore di Dio e l’amore che regna in Dio.

A voi, figli miei cari, vi esorto ad aprire il cuore verso mio figlio Gesù, attraverso una preghiera a tu per tu davanti all’Eucaristia, dove lui vi farà scoprire i doni che non conoscete.

Per questo chiedo a ciascuno di voi di vivere ogni giorno i suoi insegnamenti, perché voi siate pronti ad accogliere tutto ciò che accade attorno a voi.

Voi sapete che mio figlio mi manda in mezzo a voi per guidarvi e voi che cercate il Suo amore vi invito a digiunare e a pregare, per sentirvi amati e consolati. Sono con voi e vicino a voi che soffrite.

Ogni giorno con il mio materno amore vi sono vicino per aiutarvi a non smarrirvi sul sentiero che lui ha tracciato per voi.

Pregate, pregate, pregate, perché solo con la preghiera voi potete vincere tutte le seduzioni del maligno e le sue tentazioni.

Vi ringrazio figlioli miei che vi state donando in questo tempo di grazia a mio figlio Gesù, rispondendo al Suo Amore. Il mio cuore è pieno di gioia vedendo tutti voi che testimoniate questa oasi di pace attraverso il vostro amore.

Vi ringrazio per la vostra presenza. Vi benedico tutti e vi esorto a camminare sempre sulle orme di mio figlio Gesù.

Poi la Madonna mi ha lasciato un messaggio segreto che per il momento non posso rivelare.

Questo articolo ha 5 commenti.

  1. Credo ci sia un errore teologico in una parte del messaggio, forse è stato trascritto male. Là dove dice:Vi ringrazio figlioli miei che state donando questo tempo di grazia a mio figlio Gesù.
    Non siamo noi a donare grazia a Gesù ma Gesù è solo Lui dona grazia. Forse si intendeva scrivere: Vi ringrazio figli miei che che vi state donando in questo tempo di grazia a mio Figlio Gesù..
    Ci manca un “vi”. Grazie Dio vi benedica

    1. Grazie, abbiamo corretto

    2. Tra il 4 e il 5 agosto abbiamo passato tutta la notte in preghiera. Gesù ci ha ringraziati come se gli avessimo fatto una grazia. E, sopratutto, ci ha riempiti di altre grazie. Per cui, anche la prima versione era giusta. Gesù è misericordioso, ma ci lascia liberi. Ecco perché in alcuni messaggi la parola pregate appare ben 12 volte. Gesù non può e non vuole scavalcare la nostra libertà.

  2. SI GIUSTO COME HAI TRADOTTO GRAZIE.MILLE

Rispondi

Chiudi il menu

Send this to a friend