Cari figli miei, amati da Dio, anche oggi vengo in mezzo a voi per dirvi di ritornare a Dio, perché senza la presenza di Dio in questo tempo, molti castighi si possono abbattere sull’umanità.

Solo attraverso la preghiera si possono evitare questi castighi, per questo vi chiedo di vivere tutti i messaggi che vi vengono donati.

Questi sono tempi di grazia perché mio figlio mi concede di stare in mezzo a voi, ma se l’uomo continua a offendere Dio con la bestemmia e con il peccato, la pace nel mondo non ci sarà.

Sono molte le offese che ogni giorno si commettono, per questo chiedo a voi che siete più vicini alla preghiera, apostoli miei, amore del mio amore, di pregare affinché voi possiate riparare le offese che si commettono contro Dio.

Figlioli miei, dico a voi che cercate il Suo Amore, vi esorto a vivere una preghiera più personale davanti all’Eucaristia, molti di voi non vivono ancora una preghiera contemplativa a tu per tu e non conoscono la Sua presenza viva. Venite, figlioli miei, a deporre davanti all’Eucaristia tutto ciò che vi fa soffrire, perché è da lì che Lui vi guarirà e nel silenzio risponderà ai vostri cuori donandovi la conoscenza dei Suoi progetti e della Sua Parola.

Dico a voi, figlioli miei che andate a testimoniare, vi ringrazio dei vostri cenacoli perché attraverso di essi tanti miei figli assaporano l’amicizia di mio figlio Gesù e si sentono amati.

Pregate, pregate, pregate affinché si possano realizzare i piani che Dio ha per ciascuno di voi.

Vi ringrazio di aver risposto alla mia chiamata.

Rispondi