Cari figli miei, anche oggi sono in mezzo a voi con la mia venuta per elargire tante grazie.

Figlioli miei, le grazie si possono ottenere solo avendo un cuore aperto e fiducioso di speranza. Quanti di voi hanno bisogno di grazie ed io, che sono la madre che vi vuole donare grazie, chiedo a voi figli miei di camminare insieme a mio figlio Gesù affinché si possano realizzare i piani che Dio ha per ciascuno di voi.

Oh figli miei cari, se non cominciate a percorrere le orme che Dio ha tracciato, voi non potete scoprire tutti i doni che Lui vi vuole concedere.

È tempo di dire il vostro sì, perché sono molti coloro che non riescono a fare un cammino di conversione, a digiunare e a pregare. Ma se non pregate non si può ottenere la pace. La pace viene se voi mi donate il vostro cuore e solo lì incomincerete a gustare il suo amore.

Desidero, figli miei, che voi mi aiutate a distribuire le grazie attraverso le vostre preghiere. Così voi potete essere miei discepoli. Gesù vi attende con la sua mano tesa ed io, come una madre, vi conduco a lui, verso lo sposo.

Abbiate fiducia, figli miei, di questo tempo di grazia che Dio mi concede per stare più a lungo con voi per aiutarvi.

Figlioli miei non siete soli, ma ogni volta che voi aprite il cuore, io sono con voi per consolarvi ed amarvi.

Pregate, pregate, pregate, voi che avete questo dono vi chiedo di essere dono di pace e testimoni di queste meraviglie che sto compiendo in mezzo a voi.

Pregate per i pastori, pregate per il santo padre che ha molto bisogno delle vostre preghiere.

Vi ringrazio che avete risposto alla mia chiamata.

Questo articolo ha 4 commenti.

  1. Per Giosue e Gabriel ti prego preghiere perche possono parlare bene

    1. Pregheremo per le tue intenzioni, faremo arrivare la richiesta anche a Lello

  2. Arriverà un’inganno mai sperimentato prima d’ora.

    Le apparizioni della Madonna L’immacolata Purezza.

    Discorsi di Ivetka Korčáková, Litmanová, 1995-1997.

    Sapete, da tanto tempo pregavo per questo incontro perché sapevo che ci sarebbero venute soltanto le persone portate qui dalla Vergine Maria. Nessun altro! Per questo motivo oggi sono qui. Non per dirvi qualche cosa.
    Non sono venuta qui per parlare. È importante che insieme sperimentiamo che la Vergine Maria è nostra MAMMA.
    Non conta nient’altro. Perciò, ti chiediamo Vergine Maria, rivelaci la verità e risvegliaci dalla nostra indifferenza..! Quindi l’unico motivo per cui sono oggi qui è affinché preghiamo insieme. Affinché la nostra preghiera sia sincera nella nostra vita, perché Dio non ha bisogno delle nostre parole, a Lui serve il nostro cuore.
    Ho scelto un messaggio che ora leggerò. E insieme mediteremo su questo messaggio personalmente. Ora non è importante l’apparizione come tale, ma, quello che conta, è chi è Dio nella mia vita.
    Questo messaggio è bellissimo. Ed è molto semplice. E siccome è così semplice è anche molto profondo. Perché l’unica nostra salvezza è smettere di essere complicati.

    L’8 novembre 1992 la Madonna disse:”prova ascoltare bene”, perché l’ha detto.

    Ti chiedo di pregare! Non ti immagini quanto ti aiuterà! Hai così poco tempo.
    Mio caro, fatti bambino. Perché solo un bambino saprà che cosa sia la preghiera.

    Sapete, nel mio cuore sentivo, che dovrò parlare dei tempi. Del tutto nella verità. E tutti coloro che vengono dalla verità mi capiranno.

    Non occorre che ci siano delle folle. Occorrono dieci persone che ci si convertano veramente. Il numero non conta mai. A Litmanová venivano migliaia di persone. Perché Lei se ne è andata? Perché? Migliaia di persone ascoltavano i Suoi messaggi. Cioè, almeno facevano finta di ascoltare.

    Confronta: Vi state giustificando con il peccato e vivete secondo il peccato. Oh da quanto tempo soffro per voi. Guardandovi il mio cuore si chiude dall’angoscia. Dove state andando? Forse non riuscite più a fermarvi più qui?(Vergine Maria a La Salette).

    Prova ad ascoltare come fosse l’ultima cosa che stai ascoltando.

    Perché poi disse che se ne andava? Perché non L’ascoltavano? Io mi sono detta che verrò qui e parlerò come dovessi parlare di queste cose per l’ultima volta nella mia vita. Come per L’ultima volta dovessi parlare della Vergine Maria. Perché così facendo, in tutto quello che dirò, ci metterò tutto il mio cuore.

    Per questo, vi prego, provate ascoltare come se si trattasse dell’ultima cosa che sentite. Perché nessuno di noi può dire che non sarà proprio così.

    Tutto dipende dal fatto quanto tu vorrai. Devi voler tu per primo. Devi volere! Non puoi rimanere indifferente!

    E io ti sto chiedendo: Prova a farlo adesso!

    Ho riflettuto. Che cosa significano per me le parole della Vergine Maria: mi rimane poco tempo? Che cosa significa per me personalmente? Ho capito che è così. E ora vi voglio dire qualcosa che possiate accettare senza paura.

    Non ti puoi convertire solo perché hai paura. Non sarebbe una conversione.

    La Vergine Maria ha detto che sta arrivando un epoca che è già arrivata. Significa che io apparentemente percepisco la pace. E credo che tutto sia a posto. Sto pensando: perché dovrei cambiare qualcosa? Perché proprio io dovrei cambiare? Tutti vivono così. Ecco, il grande inganno di Satana! Perché, l’epoca che sta arrivando, è così vicino che forse lo decidono le settimane, i mesi.

    E se non pregherai ti sorprenderà.

    E se non pregherai ti sorprenderà. Affinché possiate comprenderlo per questo motivo parlo così tanto di quell’epoca. Perché arriverà qualcosa che il mondo non aveva mai sperimentato e non lo sperimenterà mai più.
    Perché noi abbiamo bisogno di una purificazione.
    Ed io ti spiegherò perché ne hai bisogno: La Vergine Maria arriva e appare. Ti sta dando dei messaggi. Ma a te non interessa. E poi arriva e piange. Piange il sangue, ma la cosa non ti tocca. Che pensi, che cosa ti desterà dal sonno? Tutto quello che arriverà, DIO lo permetterà per L’AMORE.

    Perché tu non riesci a convertirti quando te lo chiede Dio! E la purificazione significa: che i tiepidi non ci saranno più.

    O sto con Dio oppure sono contro Dio.

    O sto con Dio oppure sono contro Dio. Di mezzo non c’è nulla. O l’uno oppure l’altro!

    Ecco la purificazione. In quel periodo moriranno molti cattivi e molti buoni. Non te lo sto dicendo per metterti paura. Ma, affinché tu, quando quel tempo arriverà, possa rimanere nella pace. E la Vergine Maria lo dice, perché Lei vede che cosa sta arrivando.

    Avere anima di un bambino.

    Sapete, la Vergine Maria una volta è venuta con il bambino Gesù tra le braccia. E io non capivo che cosa significasse questo.

    Allora ha detto che sta arrivando una catastrofe.

    Ed io continuavo a non capire. Stasera, per grazia divina, so che tu potrai affrontare quella catastrofe solo se diventerai un bambino come lo era Gesù stesso.

    Perché il mistero del bambino è qualcosa molto profondo. La mia relazione deve essere – bambino.

    Questo significa: il mistero dell’Immacolata Purezza consiste nell’anima di un bambino.

    La Vergine Maria ha detto che soltanto i bambini sopravvivranno in quel epoca.

    Sai, La Vergine Maria una volta disse che solo i bambini sopravvivranno in quell’epoca.

    Soltanto i bambini. Noi non abbiamo il coraggio ad essere semplici. E per questo motivo non possiamo essere autentici. Vla ergine Maria chiedeva una preghiera vera, autentica.

    Capisci quanto poco Dio ti chiede? Quando preghi veramente. La Vergine Maria disse che in quell’ epoca solo i bambini sopravvivranno.

    Il frutto di ogni preghiera è la pace.

    Sai, la Vergine Maria una volta disse che soltanto i bambini in quell’epoca sopravvivranno.

    Noi non abbiamo il coraggio ad essere semplici. E per questo non possiamo essere autentici. Vergine Maria chiedeva una preghiera autentica e così il frutto di ogni preghiera è la pace. Il frutto di ogni preghiera è la pace.

    Significa che quando ti alzi, e dici di aver pregato e non senti la pace, allora tu stai ingannando te stesso.

    Frutto di ogni preghiera è la pace. Ho detto che siete venuti qui affinché possiamo pregare insieme. È come dicessi siete venuti qua perché c’è bisogno della pace nel cuore.

    Pace! Affinché nel momento in cui nel mondo arriverà una confusione indescrivibile non potesse togliermi DIO. Ora capisci che si tratta di una cosa importantissima? Tutto inizia dal tuo desiderio. La tua conversione ha inizio nella tua mente.

    I tuoi pensieri devono essere diversi. I tuoi sentimenti devono essere diversi. Nel tuo profondo qualcosa deve cambiare. DIO chiede il tuo cuore. A LUI non serve,nient’altro.

    Soltanto i bambini sapranno che cosa sia la vera preghiera.

    Dio stesso dice che soltanto i bambini sapranno che cosa sia la vera preghiera.

    E così implorai Dio affinché mi concedesse la devozione del bambino.

    Perché io voglio pregare davvero! È così un giorno ero seduta nella cappella e percepii che Dio è totalmente Semplice. Assolutamente Semplice.

    E Che io ero così complicata. Perché un bambino percepisce tutto così semplicemente.

    E dopo – la preghiera del bambino, ha il potere di fermare la catastrofe. La Preghiera non ha bisogno delle parole.

    Io non inizierò a vivere fino a quando Dio non diventi un Padre per la mia anima.

    Io non inizierò a vivere fino a quando Dio non diventi un Padre per la mia anima. Dio è talmente Semplice che soltanto un bambino lo può comprendere.

    Tutti noi dobbiamo diventare dei bambini. Sennò questo mondo ci confonderà del tutto. E io all’inizio ho detto: voglio accogliere la Vergine Maria come una madre. Mamma! Mamma, è qualcosa così intimo nella tua anima. Non esiste nulla di così intimo. Ma tu devi volerlo. Si può percepire la vicinanza dell’anima quando pronuncio la parola Mamma. Senza DIO non puoi niente. Ma con DIO puoi tutto.

    Nulla è impossibile a DIO. E io voglio essere Sua. Per questo sono venuta da mio PADRE e GLI ho detto: BABBO, fa che ogni anima che esce da questa stanza cominci a pensare. Di Te! a Te

    Arriverà un inganno così enorme che scuoterà anche i cristiani più forti.

    So che l’inganno che precipiterà su questo mondo, sarà così enorme che scuoterà anche i cristiani più forti. Si tratterà di un inganno che questo mondo non aveva mai sperimentato.

    Perché la Chiesa ha bisogno di purificarsi, capisci?
    Ma se tu rimarrai attaccato alla tua Mamma allora questo inganno non ti può trascinare. Se rimarrai totalmente semplice allora non ti lascerai ingannare.

    Che dono grande per te che ora tu puoi ascoltare questo?
    Saranno tanti quelli che seguiranno quel inganno, capisci, che dono grande per te che tu adesso puoi ascoltare questo?

    Sai, la nostra Mamma vorrebbe che lo potessero ascoltare tutti. Ma Lei non può obbligare nessuno. Perché l’amore è tale, soltanto se dona la libertà. Tu anche adesso devi sentire che sei libero.

    La cosa peggiore sarà se tu rimani tiepido.
    La cosa peggiore è se tu rimani tiepido. Quando tu non sai che cosa vuoi.

    L’unica certezza è Dio stesso. Quando tu accogli quello che per te è difficile arriva il cambiamento. Dio farà un miracolo. Se non pregherai davvero allora tutta la verità che è dentro di te sparirà perché tu, questa verità, non la stai nutrendo.

    Come è possibile che dopo aver fatto tutte queste preghiere siamo rimasti uguali? Come è possibile? Significa, che tu non stai pregando. Tu stai ingannando te stesso.

    Il nostro inganno sta nel fatto che amiamo così tanto noi stessi e questo mondo. Le mezze verità non esistono. O c’è la verità oppure c’è la menzogna. Satana fa di tutto per poter introdurci in questo mondo.
    Quel mondo di cui parla Gesù Cristo: dove chi è amico di questo mondo è nemico di Dio. Bibbia: apostolo Giacomo 4, 4.

    Soltanto la preghiera ti insegnerà ad amare.

    Solo la preghiera ti insegnerà ad amare. Sai, ti devi liberare proprio da tutto. Perché, finché non donerai tutto, non potrai ricevere tutto. La nostra unica salvezza è credere nell’Amore di Dio. Io, quando credo, non ho bisogno di sentire che DIO mi ama. Perché io so che EGLI è l’amore. Non ti occorre nient’altro.

    I volti delle confessioni superficiali.

    Quando Maria è arrivata risplendeva in modo particolare. Ed io non comprendevo perché. Allora ci guardammo e Lei disse: ora ti puoi girare. Ed io lo feci. E mi spaventai tanto.

    Ebbero i volti sporchi e deformati.

    Perché vidi dei volti sporchi e deformati. Così mi rigirai verso Maria è mi misi a piangere. E la Vergine Maria se ne andò.

    Mi misi a piangere.

    Tutti mi chiedevano che cosa è successo? Perché piangi? E io non sapevo che dire. Non sapevo che dire perché le cose profonde non si possono spiegare con delle parole.

    Ma io capii che questi sono i volti delle nostre confessioni fatte male.

    La vera confessione deve essere per me una conversione. Quindi se ti vuoi convertire, lo devi fare adesso. Adesso!
    La conversione non può essere mai qualcosa che riguarda il futuro.

    Le lacrime di mamma mi danno la forza pre superare qualsiasi cosa.

    La Madonna a Medjugorje disse: Vi prego, pregate! Vi prego, pregate! Sono venuta da voi per aiutarvi, per questo vi chiamo affinché voi cambiate la vostra vita. Perché vi siete inoltrati su una strada sbagliata. La strada della dannazione.

    Ecco che cosa vi dico: Satana sta giocando con voi e con le vostre anime. E io non vi posso aiutare perché siete lontani dal mio cuore.

    Oggi vi invito a dire il rosario con una fede viva. Così vi potrò aiutare. Cari figli voi volete ottenere delle grazie ma non pregate. Non vi posso aiutare perché non volete iniziare.

    Cari figli, vi invito a dire il rosario affinché il rosario diventi per voi un dovere che voi compirete con gioia. Dopo capirete perché sono con voi così tanto. Vi voglio insegnare a pregare ( Medjugorje 12.6.1986)

    Quest’epoca è così seria che ci potrà aiutare soltanto la preghiera. Perché la Madonna ci chiede. Ci sta supplicando. Così tanto! Che nessuno la ascolta.

    Neanch’io l’ascoltavo. Prima di venire qua abbiamo pregato con le mie consorelle. Abbiamo pregato così: nel cuore abbiamo immaginato la Mamma che sta piangendo.

    È una cosa talmente semplice. Dio a ciascuno dà una possibilità.

    Così ho capito che queste lacrime della Mamma mi danno una forza per tutto.
    Dio a ciascuno dà una possibilità.

    Credo che almeno un paio di persone capirà. Non me. Ma la Vergine Maria. È una cosa così semplice!

    Quando nel nostro intimo diventiamo dei bambini. La prima cosa ad inondarci è la gratitudine.

    Grazie Mamma che me l’hai detto: Cara figlia prega, non ti immagini quanto ti aiuterà.

    Hai così poco tempo! Mio caro, diventa un bambino.
    Perché solo un bambino saprà che cosa sia la preghiera. Amen.

    Durante le apparizioni della Vergine Maria – Litmanová.

    Durante le apparizioni la Vergine Maria si è rivolta a Ivetka per prima tra di loro si è instaurato un colloquio spirituale intimo. Ivetka ne ha parlato: Ho visto la Santa Vergine Maria e le ho chiesto: “Vergine Maria perdona mi tutti i miei peccati malgrado che due giorni fa mi sono confessata.

    Quel giorno la Vergine Maria pianse e era molto triste perché Katka non fece quello che prima aveva promesso. Anch’io piansi. Alla fine mi diede un messaggio per Katka che andasse a confessarsi. Poi ci ha chiesto di venire sul monte domani per la festa di ‘Pokrov’.”

    Lunedì 1. ottobre festa di ‘Pokrov’ della Santissima Madre di Dio. ( festa per ricordare la protezione di Maria. ‘Pokrov’ significa coprire – n.d.t. ) Sul monte arrivano entrambe le ragazze e circa 20 persone di Litmanová. Ivetka vede la Vergine Maria chiaramente. Katka la vede sfocata. Più tardi ammette: “ Avevo un peccato sull’anima. La Vergine Maria mi ha detto che mi dovrei confessare lo stesso giorno in modo che tutti vedessero che ho fatto qualcosa di sbagliato.”

    Ivetka ha chiesto alla Vergine Maria la guarigione di una sua piccola amica del paese; la Vergine Maria le rispose: Ogni malattia è conseguenza di un peccato grave. I suoi genitori davano la precedenza alle cose materiali e tante volte non si comportavano come cristiani. Per guarire la bambina serviranno delle preghiere intense ( del rosario ).

    Martedì 2 ottobre. Sul monte quel giorno entrambe le ragazze vengono accompagnate dal gruppo di circa 20 ragazze. Dopo aver recitato tre Padre nostro, Ave Maria e Padre nostro d’oro a Ivetka e a Katka apparve la Vergine Maria che era molto gioiosa: ci disse che nel mese di ottobre non la vedremo perché pregherà per la conversione dei peccatori.

    Ha chiesto che vengano a pregare qui il santo rosario le persone da tutta la Slovacchia, perché lei è sempre presente in questo posto. Sapevamo che in chiesa si stava celebrando ‘Moleben’, allora volevamo scendere giù nel paese. La Vergine Maria ci ha chiesto di rimanere con Lei. Così abbiamo cominciato a dire il santo rosario.

    Finito il santo rosario le ragazze si sono avviate verso casa, ma avevano paura attraversare il bosco, perché nel frattempo si fece tardi. Ivetka vide sul bordo del bosco la Santa Vergine.

    Le ragazze le rivolsero questa giaculatoria: “Maria, Madre nostra nascondici sotto il tuo manto.” Mentre la stavano ripetendo per la nona volta Maria davvero allargò il suo manto ed accompagnò il gruppo. Le ragazze lungo la strada cantavano e recitavano il Padre nostro.

    Giovedì 1novembre. Sul monte ci andò solo Ivetka con un gruppo di circa 40 persone; tutti entrarono con lei nella stanzetta per poter assistere all’apparizione. Dopo aver fatto la solita preghiera Ivetka vide uscire dalla nebbia la Santa Vergine Maria, questa volta vestita in modo semplice e come sempre con piedi nudi. Ivetka disse: “ Stavo pensando perché Maria è così triste.
    La Vergine Maria mi rispose: “Sono triste perché Katka non mi ha dedicato il mese di ottobre, non diceva tutte le sere il rosario e non si pentiva dei suoi peccati.”
    La Vergine Maria ci chiese di venire qui spesso. Temevo che non saremmo potuti arrivare fino a quassù quando sarebbe arrivata la neve e avrebbe fatto freddo. La Vergine Maria mi rispose che lei ancora non ha danneggiato nessuno. Ma ha sempre solo aiutato.

    Allora sono mi misi a piangere. Piansero anche le persone con me presenti nella stanzetta.
    Tutto ciò perché Katka ancora non era pronta e non si era ancora pentita dei suoi peccati.

    Su richiesta del parroco Ivetka chiese alla Madonna perché appare è che cosa chiede da loro. Maria rispose: “Vi voglio dare un messaggio durante la santa messa che si dovrà celebrare quassù. Per ricevere quel messaggio dovreste essere presenti entrambe con un cuore puro; per questo Katka dovrebbe andare a confessarsi.

    La Vergine Maria chiese anche di diffondere il messaggio.

    Domenica 4 novembre. Sul monte andarono entrambe le veggenti accompagnate da un gruppo nutrito di persone del posto ma anche da fuori. Tutti volevano essere nella stanzetta. Quindi si stringevano.
    Ivetka:”Insieme abbiamo detto il rosario. La Vergine Maria ancora una volta ci apparve nella nebbia dalla quale poi si delineava la sagoma. Abbiamo chiesto alla Madonna se dovesse essere celebrata la santa messa. Vergine Maria rispose di si e che questo servizio divino dovrebbe essere celebrato per onorare il Suo Cuore Immacolato.
    Le veggenti nella calca si sentirono male per cui si allontanarono per rinfrescarsi nella fonte. Dopo essere tornate si inginocchiarono come prima e l’apparizione continuò. Questa volta però vedevano la Madonna sfocata. Maria gli disse che la vedono così sfocata perché il loro cuore è macchiato dal peccato; che recitino tre corone del rosario. Le veggenti fecero così. Finita la preghiera la Madonna disse che la gente prenda dell’acqua dalla fonte, che lei stessa l’ha benedetta. Dopo gli ordinò di guardare le persone presenti nel volto. Le vedranno come le vede lei stessa.
    Le veggenti si girarono e videro i volti delle persone sporchi mentre la Madonna risplendeva dalla purezza. In quel momento Maria scomparve.

    Domenica 11 novembre. Sulla montagna si ritrovò tanta gente. Assieme alle due veggenti recitarono due decine del rosario e poi per la prima volta – come ha voluto la Madonna – ci si celebrò la santa messa ( in rito greco – cattolico bizanntino ); l’ebbe autorizzato il vescovo Jan Hirka e la celebrò padre Zavacky, il parroco di Litmanova.

    Così si è realizzato il desiderio della Madonna e create le condizioni per poter ricevere il messaggio. Dopo la santa messa alle ragazze apparve la Madonna nel solito modo uscendo dalla nebbia. Lì disse che darà il messaggio ma nella stanzetta devono essere presenti solamente i sacerdoti.

    Quindi Ivetka comunicò questo messaggio:

    “Non posso guardare più i peccati della Slovacchia. I miei figli hanno tanto di tutto e non rispettano ne mio Figlio nè me. Mio Figlio manderà sulla Slovacchia una catastrofe ma se la gente si convertirà e pregherà la catastrofe si allontanerà.” La Madonna era molto triste e aggiunse: “ Diffondete questo messaggio in tutta la Slovacchia e tutta la Slovacchia venga a pregare su questo monte che ho benedetto.”

    Domenica 18 novembre. Con le ragazze sul monte si recò anche un numeroso gruppo, ma non abbastanza, come ci si aspettasse dopo la diffusione del messaggio la domenica precedente. Ivetka: “Lungo il percorso abbiamo pregato e cantato. Quando, dopo la preghiera, abbiamo cantato ‘Maria ti abbiamo preparato una corona di fiori’ io e Katka abbiamo visto la Madonna e sotto i suoi piedi delle rose. Siamo salite più su e la gente cantava ‘Tra di noi cammina Gesù e Maria’; ci siamo girate e abbiamo visto Maria con il bambino Gesù tra le braccia. La Vergine Maria aveva piedi nudi e Gesù bambino era avvolto in un pannolino. Poi dopo tutti abbiamo cantato ‘Il rosario abbiamo concluso’ allora abbiamo visto la Madonna come camminava con la corona del rosario. Ci siamo girate ancora una volta ma non la vedevamo più.

    Arrivate al luogo delle apparizioni ci inginocchiammo e recitammo la solita preghiera. Allora la Madonna ci apparve con Gesù tra le braccia. Gesù stava piangendo molto.

    La Madonna ci ripetette il messaggio ed fece notare che c’era poca gente: Questa nazione non è disposta sacrificasti come Gesù si è sacrificato per essa. La gente possiede troppo di tutto e per avere di più è disposta anche a uccidere. Gesù stesso invece insegnava che ci dobbiamo amare a vicenda e che ci dobbiamo tutti perdonare tutto a vicenda.”

    Poi ha aggiunto che questo messaggio bisogna diffonderlo in tutta la Slovacchia e che ci viene per pregare ancora troppo poca gente.

    Le veggenti poi hanno presentato alla Vergine Maria alcune richieste dei presenti. Ecco un esempio riportato da Ivetka:

    Venne da noi una donna con un pezzo di carta dove era scritto che il suo figlio ha abbandonato la fede e che cosa avrebbe dovuto fare per la sua salvezza affinché tornasse da Dio.

    La Vergine Maria disse che il suo figlio ha lasciato la Fede perché era andato a studiare a Praga, dove frequentava amici cattivi e così si è guastato; ai sui amici non ha detto di essere un cristiano. Si vergognava a dirglielo. La Vergine Maria fece dire alla madre del ragazzo che deve pregare e digiunare e al resto ci penserà Lei personalmente.

    In quel periodo già si registrarono le prime miracolose guarnigioni fisiche e le prime conversioni spirituali.

    Alcuni della parrocchia hanno fatto dei sogni sull’autenticità delle apparizioni.

    La vita in parrocchia iniziò a cambiare. Dopo tanti anni la gente si accostava al sacramento della confessione e si apriva alla vita interiore spirituale. Alcune persone della parrocchia, tra cui la madre di Ivetka, fecero un sogno in cui ebbero una conferma dell’autenticità delle apparizioni.

    Cominciò a risolversi il problema di una certa gelosia tra la Chiesa latina e quella greca. Per esempio a una cattolica di rito latino la quale non voleva andare su Zvir perché ci si pregava nel rito greco-cattolico bizantino, nel sogno apparve la Madonna e l’ammonì dicendo che non deve criticare la scelta del posto, che la Madonna il posto dell’apparizione se lo sceglie da sola e che ci andasse per pregare.

    Così la Madonna fece presente il suo desiderio di far cadere i pregiudizi tra due riti e che si costituisse una Chiesa di Cristo; la cosa che lì si sta veramente realizzando .

    Mercoledì 21 novembre. Festa della presentazione di Maria nel tempio. In quel giorno del anniversario in cui come una bambina di tre anni fu consacrata nel tempio di Gerusalemme la Santa Vergine apparve vestita tutta in bianco. Con un bellissimo velo bianco e in mano una bellissima corona del rosario bianca. Ha ripetuto il messaggio precedente che Gesù si è sacrificato per la nazione slovacca e che insegnava che la gente si deve amare tra di loro e perdonarsi a vicenda.

    Ma in Slovacchia non è così. La gente corre solamente dietro le cose materiali a danno del prossimo. Sul luogo delle apparizioni viene ancora troppo poca gente.

    Poi le veggenti hanno interceduto per un bambino malato. La Vergine Maria ha detto che senza guardare quello che la gente dirà bisogna portare il bambino sul monte e lavarlo nella fonte benedetta dalla Vergine Maria e poi devono recitare per il bambino insieme il santo rosario.

    Domenica 25 novembre 1990. Quel giorno sul monte si sono radunate circa 2-3 mila persone. Ivetka: “Vergine Maria ci è apparsa nella nebbia dalla quale usciva la sagoma. Poi l’abbiamo vista limpida, vestita in azzurro con una corona azzurra. La croce della corona aveva una striscia d’oro e corpus d’oro. Lo sguardo della Vergine Maria era dolce. Ci ha lasciato un messaggio per il parroco che domenica prossima sul monte si celebri la santa messa. Che inviti i preti da tutte le parrocchie e che non si preoccupino che lo Spirito Santo gli assisterà. La santa messa si celebri in onore suo e del suo Figlio. Vergine Maria ci ha ringraziato per questo.”

    Ivetka poi ha interceduto per una ragazza alla quale faceva male la gamba. La Vergine Maria le ha mandato a dire che Dio la sta provando per vedere se lo abbandonerà. Se pregherà con perseveranza guarirà. Poi Ivetka ha interceduto per una dona vittima dell’alcol. La Vergine Maria ha detto che quella donna bisogna portarla sul luogo delle apparizioni ma quando non è ubriaca. Deve entrare nella stanzetta dove può dire qualsiasi preghiera. Tutte saranno accolte. Poi si lavi nella fonte. Che lo faccia spesso.

    La Santa Vergine poi ha ricordato alle veggenti che il potere più grande su Zvir ha nella stanzetta è vicino alla fonte; lì può compiere più miracoli.
    Quel giorno si celebrava anche il rito della benedizione della nuova croce sul monte; durante la benedizione, durante la preghiera del rosario tutti hanno visto dei fenomeni sul sole simili al miracolo del sole del 13 ottobre 1917 a Fatima. Il sole, il quale si poteva fissare senza problemi, emanava i cerchi di vari colori dell’arcobaleno, diventava nero e poi tornava a risplendere tremava e cambiava la sua posizione. Intorno si è creata una corona dei piccoli soli come dei satelliti. Questi fenomeni li osservarono circa 2-3 mila persone; esistono anche delle fotografie. Questi fenomeni del sole da allora si vedevano anche altre volte durante altre apparizioni.

    Il giorno dopo lunedì 26 novembre Ivetka stava a scuola. Durante l’intervallo vide il sole molto chiaro con intorno un cuore. Contemporaneamente aveva una sensazione particolare e poi le girava la testa. L’esperienza ebbe una continuazione di cui Ivetka dice:

    Entro in classe prendo dalla tasca la corona del rosario e la metto sul banco.
    Intorno a me si radunano tutti i ragazzi della classe e mi chiedono di parlare delle apparizioni. Mi siedo sulla sedia e iniziò a parlare, ma la voce non era mia, mi sembrava come attraverso di stesse parlando qualcun altro. Quello che dicevo aveva una rima, come in una poesia. Tutti i bambini ne erano entusiasti, i non credenti hanno creduto e mi hanno chiesto delle preghiere, dei santini e delle corone del rosario per poter pregare per se stesse e per i propri genitori perché anche loro erano non credenti. Gli dicevo che la preghiera del santo rosario è potente e non la può sconfiggere alcun spirito maligno.

    Così è iniziato l’apostolato delle piccole veggenti. Un simile influenza positiva sui compagni di scuola aveva anche Katka per la quale la situazione era più difficile perché frequentava la scuola media di Jarabina che è vicino a Litmanová e dove la maggioranza degli abitanti sono atei. Ivetka invece andava a scuola in capoluogo della provincia. Interessante che entrambe le ragazze a scuola non venivano attaccate e derise dai compagni, i quali credevano ed erano dalla loro parte, ma dagli insegnati atei.

    Domenica 2 dicembre. Katka e Ivetka: “Come al solito dopo la santa messa alle 12 circa ci siamo incontrati davanti la Chiesa e in processione cantando i canti religiosi ci siamo avviati verso monte Zvir. Lassù il nostro parroco ha celebrato Moleben alla Vergine Maria. Dopo abbiamo recitato insieme sette Padre nostro, Ave Maria e Gloria.

    Noi due poi abbiamo tre volte ripetuto “Maria, madre nostra nascondici sotto il tuo manto” e “Angelo di Dio che sei mio custode”. Dopo abbiamo visto a noi una familiare nebbia in forma di sagoma e da questa nebbia si crearono le linee del volto, della corona, del vestito. La Vergine Maria aveva un vestito bianco con il bordo dorato, aveva un manto azzurro e un velo trasparente. Le abbiamo chiesto ( dietro le indicazioni del parroco) come si chiama. Quella bella Signora ci disse:

    Io sono l’immacolata purezza.

    Poi le abbiamo chiesto:
    Da dove vieni? Ci rispose: VENGO DAL CIELO.

    Mentre la stavamo interrogando la Vergine Maria sorrideva. Poi disse: “Sabato sarà la mia festa.” ( 8 dicembre festa dell’Immacolata concezione della Vergine Maria ) “Sarei contenta se la gente venisse qui e questo pellegrinaggio lo dedicassero a me e domenica al mio Figlio.” Poi dopo ci ha chiesto di ripetere il suo messaggio perché è arrivata tanta gente nuova che ancora non l’aveva sentito e di nuovo raccomandava di recitare il santo rosario.

    Alla fine abbiamo chiesto alla Madonna di guarire gli ammalati. Rispose: Per guarire l’anima e il corpo occorre recitare ogni giorno il rosario intero ( almeno 15 misteri ).

    Digiunare mercoledì e venerdì e bere l’acqua della fonte sul monte. Ogni peccato è causato dal peccato. “ Poi aggiunse che i malati saranno guariti ma non tutti.”

    Sabato 8 dicembre. Festa dell’Immacolata concezione della Vergine Maria. Ivetka e Katka: “Dopo la santa messa a Litmanová alle ore 11.40 cinque ci siamo radunate davanti la Chiesa e insieme cantando in processione ci siamo avviate verso il monte Zvir. Ragazze del paese erano vestite come damigelle in bianco e portavano una statua della Madonna. Una volta arrivate al monte Zvir abbiamo insieme recitato il ‘Moleben’ alla Vergine Maria e dopo le solite preghiere noi due poi abbiamo aggiunto tre volte: Maria, madre nostra nascondici sotto il tuo manto.
    Mentre la gente recitava il santo rosario noi abbiamo visto la Madonna uscita dalla nebbia il forma di una figura seduta. Era vestita in bianco aveva un bel vestito bianco e un velo bianco. Nelle mani giunte teneva un giglio bianco segno della purezza. Ci guardava con uno sguardo felice. Eravamo entusiaste che la Vergine Maria ci ha sorriso.

    Ci disse queste parole:

    Esigo che la santa messa, che vi avevo chiesto, si celebrasse qui sul mio luogo preferito il giorno della nascita del mio Figlio affinché la gente qui riceva il Corpo e il Sangue di Gesù Cristo.

    Le abbiamo chiesto come faremo a venire quassù quando arriva la neve e il gelo perché qui gli inverni sono rigidi. Ci rispose:
    “Non temete né la neve né il gelo né il vento e venite qui da me. Io ancora non ho fatto del male a nessuno ma ho solo aiutato.

    Poi abbiamo detto alla Vergine Maria che una donna ci sta chiedendo per il suo genero il quale ha lasciato la moglie e i bambini. La Vergine Maria ha detto che quella donna non deve perdere la speranza, ma deve digiunare il mercoledì e il venerdì e ogni giorno recitare il santo rosario.

    Abbiamo detto alla Vergine Maria che le donne del paese vicino Jarabina non credono che possa apparire così spesso. La Vergine Maria sorrise e rispose: “Apparirò quante volte sarà necessario.”

    Dopo sorridendo si è allontanata nello stesso modo in cui era apparsa.

    Domenica 9 dicembre. Ivetka: “Sul monte abbiamo, come al solito, recitato tutte le preghiere e subito dopo abbiamo visto una forte luce nella quale la sagoma della Vergine Maria. Maria risplendeva tutta ma più di tutto risplendeva la corona sulla sua testa. Aveva le braccia aperte e dalle sue mani usciva una luce splendente. Lo splendore era così forte che era impossibile guardarlo e a noi lacrimavano gli occhi per questo.

    Ho chiesto alla Vergine Maria se potesse compiere un miracolo visibile affinché la gente creda e venga gli a recitare il santo rosario.
    La Vergine Maria diventò seria e disse:

    Il miracolo arriverà nel momento opportuno.

    Ho interceduto anche per una bambina che non riesce a respirare e la Vergine Maria ha risposto che la madre della bambina in questo periodo deve digiunare e recitare per la bambina quotidianamente il santo rosario.

    Poi se ne andava in uno splendore bellissimo mentre noi la stavamo fissando e con la gente continuavamo a recitare il santo rosario.

    Domenica 16 dicembre. Ivetka: “Come al solito siamo salite al monte Zvir dove abbiamo pregato. Quando la gente ha iniziato a recitare il santo rosario non percepivamo più niente. Ha iniziato a crearsi la nebbia e da quella la sagoma della Vergine Maria seduta sulla panca, con le mani unite nelle quali teneva una corona del rosario. La Vergine Maria aveva un vestito bianco con bordo d’oro, una fascia azzurra, un manto azzurro e un velo. Sulla testa aveva una corona. Prima di tutto, dietro una richiesta del parroco, le ho chiesto che cosa dovrebbe fare la gente per avere un Santo Natale gioioso, per poter viverlo nella felicità.

    La Vergine Maria ha risposto:

    “Per avere tutto questo occorre che la gente faccia la penitenza ( santa confessione) e recitino il santo rosario. Questo per loro sarà la garanzia per vivere belle e gioiose feste.” ( Mentre la Vergine Maria parlava di penitenza della gente, con la mano mostrò il cuore )
    L’ho interrogata su un bambino malato e la Vergine Maria rispose che tutta la famiglia deve ogni giorno recitare il santo rosario, digiunare e su monte Zvir prendere l’acqua e farla bere al ragazzo.

    Domenica 23 dicembre. Ivetka: “In processione siamo salite sul monte Zvir dove abbiamo pregato come al solito. La Vergine Maria ci è apparsa vestita in un vestito bianco, aveva un manto azzurro e un velo azzurro, una corona splendente ed era a piedi nudi. Ci ha detto che presto arriverà un segno visibile. Le abbiamo chiesto perché consiglia sempre recitare il santo rosario. Rispose: “Quando recitate il santo rosario il diavolo se ne va.”

    ( Fonte: http://jezismaria.weebly.com/litmanova—pride-klamstvo-ake-svet-nezazil.html ; Dal testo in lingua slovacca, poi la parte sugli inizi delle apparizioni sul Monte Zvir a Litmanová dal testo in lingua ceca, ha tradotto D. R. )

  3. Ho pubblicato qui sotto una sintesi di un discorso di Ivetka, veggente di Litmanova in Slovacchia. Il contenuto dei messaggi, che Ivetka ha ricevuto tra il 1990 e il 1995 dalla santissima Vergine, sono stati esaminati e approvati da una commissione teologica voluta da vescovo greco-cattolico di Presov in Slovacchia. Il discorso che ha fatto nella presenza di poche persone, presenta tanti punti di contatto con l’esperienza di Lello. Non c’è da meravigliarsi. Maria è una, anche si si presenta in tanti modi.
    Maria, insegnaci alla semplicità, ad essere come Gesù bambino tra le tue braccia. Perché solo i bambini, totalmente abbandonati a Dio e in Dio, sapranno sfuggire alle insidie del nemico. Amen.

Rispondi

Chiudi il menu

Send this to a friend